Mal di testa frequente? Potrebbe essere legato alla tiroide

Stress, vita frenica, sedentarietà ed alcuni disturbi costituiscono la maggior parte delle cause dell'emicrania. Tuttavia, alcuni studi, condotti negli ultimi anni, hanno riportato che mal di testa e tiroide possono essere elementi correlati nella manifestazione del disturbo.

2136

Frequenti mal di testa possono essere sintomo di ipotiroidismo

Le persone che soffrono di frequenti cefalee potrebbero andare incontro a una disfunzione tiroidea.
A formulare l’ipotesi sono stati i ricercatori della Cincinnati College of Medicine che hanno pubblicato un recente studio¹ sulla rivista ‘Headache: The Journal of Head and Face Pain’.

Alcuni dati statistici hanno riportato che chi soffre frequentemente di cefalea ha tra il 21 e il 40% in più di possibilità di sviluppare ipotiroidismo.

Lo studio, della durata di circa vent’anni, ha coinvolto in totale 8.500 pazienti.

Quelli che soffrivano frequentemente di mal di testa avevano il 21% di possibilità di sviluppare l’ipotiroidismo, valore che saliva notevolmente (fino al 40%) in caso di emicrania.

Il punto di forza di questo studio risiede, secondo gli esperti, nell’ampiezza della fetta di popolazione esaminata e nella durata temporale entro le quali sono state valutate le concentrazioni degli ormoni tiroidei.

 

Come si manifesta il mal di testa legato alla tiroide

Cefalee ed episodi di emicrania possono fare da campanelli d’allarme per l’identificazione di un problema alla tiroide.

Vediamo di seguito le tipologie di mal di testa che possono interessare i pazienti, gli studi a sostegno di questa particolare correlazione, e le soluzioni di trattamento che sono state adottate.

mal di testa legato alla tiroide

Definizione e classificazione delle cefalee

La cefalea, comunemente chiamata mal di testa, è una sensazione di dolore che interessa il capo o la porzione superiore del collo.

Si distinguono:

  • la forma primaria, quando è legata a fattori ambientali, stili di vita e reazioni ormonali
  • la forma secondaria nel caso in cui sia dovuta ad altri disturbi

Nella categoria secondaria rientra il mal di testa dovuto ad alterazioni della ghiandola tiroidea.

La cefalea associata a ipotiroidismo

I risultati di uno studio recente ² indicano la cefalea tra le possibili conseguenze dell’ipotiroidismo.

Per condurre la ricerca sono stati selezionati soggetti affetti da questa malattia della tiroide, successivamente suddivisi in pazienti con forme evidenti o con forme subcliniche, e sono stati seguiti per 12 mesi.

73 soggetti su 213 (34%) hanno riferito di soffrire di cefalea, la maggior parte dei quali (72%) ha definito l’intensità moderata-grave.

Nel 49% dei casi il dolore è stato accusato nell’area comprendente fronte e occhi;
mentre meno frequente è stata la parte posteriore della testa (15%).

Il 63% dei pazienti ha percepito la cefalea come una pulsazione;

Nel 78% dei casi la durata del disturbo è variata dalle 4 alle 72 ore;

Si è associata a nausea e vomito per il 60% delle persone analizzate.

Il trattamento

La cura con levotiroxina ha determinato, nel 78% dei casi, una riduzione delle cefalee da ipotiroidismo.

Questo trattamento, disponibile in Italia dal 2016 in seguito all’approvazione della FDA, è caratterizzato da una maggiore velocità di assorbimento e da bassi livelli d’interferenza con il cibo. Non è infatti necessario attendere 30 minuti prima di poter consumare un pasto.

«Per una volta il mondo farmacologico si capovolge – afferma Andrea Lenzi, presidente della Società Italiana di endocrinologia – perché la novità terapeutica dall’Italia sbarca negli States solo dopo una diffusa sperimentazione sul campo».

Quali sono le alterazioni della tiroide

La tiroide è una ghiandola localizzata nella porzione anteriore alla base del collo.
È implicata nella regolazione di diverse funzioni, tra cui:

  • l’omeostasi della temperatura corporea
  • il battito del cuore
  • la respirazione
  • i processi digestivi

Grazie a diversi stimoli, questa ghiandola produce alcuni ormoni chiamati T3 e T4, necessari per esplicare le funzioni fisiologiche.
Quando vi sono delle alterazioni, la concentrazione delle sostanze viene modificata e si può andare incontro a:

  • ipertiroidismo con eccessiva produzione degli ormoni
  • ipotiroidismo in cui la secrezione di T3 e T4 è inferiore a quella normale

Proprio quest’ultima sembra implicata nella manifestazione del mal di testa.

Come valutare la funzionalità tiroidea

Per studiare la corretta funzionalità della ghiandola tiroidea vengono eseguiti test di laboratorio su campioni di sangue in soggetti tenuti a digiuno per almeno otto ore.

Solitamente, il primo ormone ad essere valutato è il TSH che, prodotto dall’ipofisi, agisce specificatamente sulla tiroide per indurre la produzione di T3 e T4.
Se questo valore è troppo alto, ci si trova di fronte ad un probabile caso di ipertiroidismo con una funzionalità eccessiva della ghiandola; se invece è basso, si tratta di ipotiroidismo.

Il TSH è considerato un gold standard per la diagnosi di questa malattia tiroidea anche nei neonati, nonché per valutare l’andamento della terapia.
Qualora il TSH fosse anormale, si passa alla determinazione degli ormoni T3 e T4, ed eventualmente anche al dosaggio degli anticorpi anti-tiroidei (per le malattie autoimmuni) e della calcitonina (in caso di ipercalcemia).

Accanto agli esami di laboratorio, la funzionalità tiroidea può essere valutata attraverso indagini strumentali (ecografia, ago aspirato e scintigrafia con radioisotopo) condotte da un endocrinologo.

La diagnosi precoce

Nella maggior parte dei casi mal di testa ed ipotiroidismo rappresentano condizioni che possono peggiorare la qualità della vita, specialmente quando non vengono trattati farmacologicamente.

Se da un lato la ricerca di tale correlazione debba essere ulteriormente approfondita, è indispensabile che i medici siano maggiormente vigili nel diagnosticare tempestivamente tale disturbo, indagando in maniera più dettagliata la funzionalità tiroidea del paziente con emicrania.

 

Studi scientifici citati:

Indice dei contenutiFrequenti mal di testa possono essere sintomo di ipotiroidismoCome si manifesta il mal di testa legato alla tiroideQuali sono le alterazioni della tiroideCome valutare la funzionalità tiroideaLa diagnosi precoceFrequenti mal di testa possono essere sintomo di ipotiroidismo Le persone che soffrono di frequenti cefalee potrebbero andare incontro a una disfunzione tiroidea. A formulare […]