Psoriasi

La psoriasi è una malattia sistemica cronica, non contagiosa, che si manifesta generalmente attraverso la comparsa di chiazze rosse sulla cute. Ad oggi la patologia interessa circa 125 milioni di persone a livello globale e ha un impatto considerevole sulla vita dei soggetti colpiti, sia da un punto di vista sociale, che economico ed emotivo. La psoriasi tocca in egual modo uomini e donne e può comparire a qualsiasi età, anche se la fascia più colpita è quella compresa tra i 15 e i 35 anni. Sebbene nell’immaginario collettivo venga collegata alla sfera delle malattie della cute, tale patologia può coinvolgere, in realtà, anche altre parti del corpo (come i tendini e le articolazioni nel caso dell’artrite psoriasica). Per questo motivo la psoriasi non può essere definita esclusivamente come una malattia della pelle. Di seguito ci riferiremo, tuttavia, alle sole forme cutanee.

Quali sono le cause della psoriasi

Gli studiosi stanno cerando di definire, ancora oggi, le cause specifiche della psoriasi. Una certezza è rappresentata dal legame tra lo sviluppo della patologia e l’iperattività del sistema immunitario. Conseguentemente ad un fattore scatenante, tale sistema produce, in condizioni normali, delle proteine, le citochine. Queste concorrono alla regolazione della risposta infiammatoria dello stesso sistema immunitario. In caso di psoriasi, tale risposta si attiva in modo automatico, a volte anche quando non necessaria, comportando, nel caso delle forme cutanee, la produzione spropositata e l’accumulo di cellule con un conseguente ispessimento della pelle. La comparsa della psoriasi può avere anche cause genetiche, rilevabili attraverso un’indagine dalla storia familiare del paziente. Altri fattori scatenanti sono:
  • Stress
  • Lesioni cutanee
  • Alcuni farmaci
  • Infezioni
La valutazione delle cause spetta comunque allo specialista, il quale fornirà indicazioni pertinenti a seconda della forma di psoriasi rilevata.

Classificazione della psoriasi

La psoriasi della pelle, in base alle caratteristiche distintive, può essere classificata in:
  • Psoriasi a placche: costituisce il 90% dei casi. Questa forma è caratterizzata dalla comparsa di chiazze rosse sulla pelle, coperte da uno strato bianco/argenteo. Tali manifestazioni cutanee interessano, nella maggior parte dei casi, il cuoio capelluto, le ginocchia, i gomiti, e la parte bassa della schiena, e sono frequentemente accompagnate da prurito e dolore.
  • Psoriasi inversa: si distingue per la presenza di lesioni lisce e lucenti che si formano tra le pieghe della pelle.
  • Psoriasi guttata: interessa principalmente i più giovani (adolescenti e bambini) ed è caratterizzata dalla comparsa di piccole macchie rosa sulla cute.
  • Psoriasi pustolosa: con una più alta incidenza tra gli adulti, questa forma provoca vesciche di pus bianche sulla pelle arrossata.
  • Psoriasi eritrodermica: particolarmente aggressiva e altamente infiammatoria.
Tra le forme che interessano la pelle compare anche la psoriasi palmoplantare, concentrata sui palmi delle mani e le piante dei piedi. Tra le ultime notizie: Secukinumab – Cosentyx® è il primo farmaco biologico efficace sulla psoriasi ungueale e palmo-plantare Questa classificazione può essere utile per una prima autovalutazione, ma l’identificazione della forma specifica deve essere effettuata dal medico.

Terapia e trattamento

La psoriasi viene diagnosticata dal medico attraverso la valutazione della pelle, e, se ritenuto necessario, attraverso un esame istologico. Non ci sono cure per questa malattia, ma oggigiorno esistono diverse soluzioni che permettono di gestirla. Tra queste, la più comune è rappresentata dall’applicazione di creme emollienti che riducono rossori e pruriti, e da lozioni che grazie ad un effetto ammorbidente possono limitare la frammentazione delle placche. Le opzioni di trattamento sono molteplici, in risposta alle diverse forme di psoriasi esistenti, ma anche alle caratteristiche del singolo paziente, e possono comprendere anche farmaci somministrati per via orale o attraverso delle iniezioni. In ogni caso, la terapia deve essere indicata dal medico in base al caso specifico, in quanto a volte una soluzione che funziona per un soggetto può essere inefficace per un altro.

I risvolti psicologici

I pazienti possono provare: stress, rabbia, frustrazione, sensazione di imbarazzo e malessere fisico. Alcuni dati emersi da una recente indagine del CENSIS mostrano come la condizione psico-fisica dei pazienti sia influenzata da:
  • la paura dell’evoluzione della malattia (quasi il 65%)
  • la vergogna per i segni sul corpo (56%),
  • il fastidio per il timore che le altre persone hanno di essere contagiate (circa il 52%)
Solo il 24% si dichiara soddisfatto della propria vita.

Psoriasi e depressione

La maggior parte sviluppa un senso di rassegnazione, il 48% dei pazienti più gravi riconosce di avere spesso periodi di depressione. Per i più giovani (un quarto) anche l’intimità con il partner è compromessa. La ricomparsa dei sintomi è il principale evento critico indicato dal 35,6% degli intervistati, seguito dalla comparsa dei sintomi iniziali della malattia (31,8%).

Il ruolo dell'Associazione per la Difesa degli Psoriasici

Come sottolinea Mara Maccarone, Presidente dell’Associazione per la Difesa degli Psoriasici (A.DI.PSO.), bisogna tener conto che la psoriasi è una malattia con percentuali sottostimate, poiché coinvolge una fascia della popolazione molto più ampia, probabilmente non dichiarata o non ancora diagnosticata. Per questo esistono Associazioni come A.DI.PSO., per far emergere il sommerso di questa patologia e  per sostenere i pazienti fin dalla prima diagnosi.
Cosentyx® di Novartis è il primo farmaco biologico capace di curare la psoriasi ungueale e palmo-plantare, affezioni che possono arrivare a colpire circa il 90% dei pazienti che soffrono di psoriasi a placche. La psoriasi ungueale e palmo-plantare La psoriasi è una malattia autoimmune molto diffusa, non contagiosa e che colpisce...
Secukinumab (Cosentyx®) per il trattamento di prima linea della psoriasi da moderata a severa La nota azienda farmaceutica Novartis ha annunciato l’arrivo in Italia del secukinumab, primo anticorpo monoclonale approvato nel trattamento di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa, quando è richiesta una terapia sistemica. L’indicazione terapeutica...
L’azienda farmaceutica Novartis ha illustrato i risultati di Clear about Psoriasis, il più grande sondaggio globale condotto tra le persone affette da psoriasi, evidenziando come circa l’84% degli individui con psoriasi da moderata a lieve sia vittima di emarginazione e umiliazioni. Si tratta della più vasta collaborazione di sempre tra Novartis...