Ictus

Prevenire l’ictus cerebrale è possibile grazie ad uno stile di vita corretto che includa dieta sana e attività fisica. Lo afferma A.L.I.Ce Italia Onlus, l’associazione per la lotta all’ictus cerebrale. I dati sono allarmanti. Questa patologia rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e la terza nei paesi industrializzati. Mortalità che rischia di raddoppiare entro il 2020 a causa dell’invecchiamento della popolazione.

Fattori di rischio dell’ictus

Tra i principali fattori di rischio dell’ictus cerebrale rientrano:
  • Eccessivo peso corporeo
  • Obesità
  • Fumo
  • Fibrillazione atriale
  • Pressione arteriosa

I consigli degli esperti

Un’attività fisica moderata e costante e un’alimentazione sana come quella prevista dalla dieta mediterranea è fondamentale per la prevenzione dell’ictus.  È dimostrato che seguire la dieta mediterranea riduce il rischio di ipertensionediabete, infarto, obesità e sindrome metabolica. Studi scientifici confermano inoltre come un consumo adeguato di olio extravergine d’oliva, frutta, verdura e pesce azzurro possa ridurre il rischio ictus fino al 20%. È ben nota, allo stesso tempo, l’importanza di un’attività fisica regolare per proteggere e mantenere in buona salute il proprio corpo, risultando efficace per prevenire l’ictus cerebrale.    
Il 5 Ottobre 2017, i Giardini pubblici Indro Montanelli di Milano hanno ospitato la prima tappa del tour di “Ripenditi la vita”, iniziativa promossa da A.L.I.Ce. Italia Onlus (Associazione per la Lotta all’ictus cerebrale) volta a informare e sensibilizzare la popolazione sull’ictus celebrale, sui fattori di rischio della fibrillazione...
In Italia 250mila casi ogni anno, ma si riducono disabilità e mortalità. Ridurre in modo significativo la mortalità e la disabilità causate dall’ictus ischemico, prima causa di disabilità, seconda causa di demenza e terza causa di morte nel mondo industrializzato. Questa la possibilità offerte dalla trombolisi farmacologica sistemica e dal trattamento...
“I giovani educano i giovani” è un progetto nato per sensibilizzare la popolazione sui sintomi e i fattori di rischio dell'ictus, promosso da A.L.I.Ce. Italia Onlus (Associazione per la lotta all’ictus cerebrale), A.L.I.Ce. La Spezia e la SIMG, Società Italiana di Medicina Generale. Il progetto, tenuto da infermieri laureandi o neolaureati e medici di medicina generale era...